LA REALIZZAZIONE

La realizzazione

Il lavoro di ricostruzione digitale del castello di Crotone è partito qualche anno fa, ma è ancora soltanto nella sua fase iniziale, la modellazione dei volumi e dell’involucro esterno (alcune parti sono già definite, altre sono soltanto abbozzate e verranno man mano perfezionate).

È un lavoro, questo che si sta facendo, che viene portato avanti a piccoli passi e a più riprese, non solo perché richiede molta precisione nei rilievi e nella restituzione in 3D, ma soprattutto perché il tempo che può essere dedicato al progetto da parte del suo autore è sempre troppo poco rispetto al lavoro che c’è da fare.

Va ricordato che si tratta di una iniziativa personale (supportata dalla preziosa collaborazione di alcuni pochi amici che ci hanno creduto fin dall’inizio) che, al momento, non è finanziata, né sponsorizzata da nessuno.
Per riuscire a trovare le risorse economiche necessarie a sviluppare il progetto in tempi più brevi, è nata l'idea di lanciare una campagna di sostegno con il modello crowdfunding, cioè una raccolta fondi "popolare" sul web, alla quale può aderire chiunque.


(per maggiori dettagli su questa iniziativa clicca qui).

Il piano di realizzazione del modello digitale prevede diverse fasi, ognuna delle quali permetterà di ottenere una versione specifica della ricostruzione.



Alla prima fase (quella a cui si sta lavorando adesso, che prende in considerazione i volumi esterni “neutri”) seguirà quella della resa dei materiali (rendering) così da riportare l’aspetto “reale” di terreno, strade, muri e altri elementi architettonici esterni, per passare poi alla ricostruzione degli ambienti interni e alla stratificazione dei diversi livelli, per avere così anche la possibilità di rappresentare sezioni e spaccati.






Contemporaneamente alla ricostruzione del castello allo stato attuale, si procederà (man mano che il lavoro riuscirà a permetterlo) anche alla realizzazione dei modelli “storici”, con la “ricostruzione” delle parti scomparse nel corso dei secoli e la “cancellazione” di quegli elementi aggiunti in epoche successive a quella presa in esame. In questo modo si comincerà già ad avere dei materiali visivi utili allo studio e alla comprensione della struttura.







 Lavori in corso
(visita questa pagina per vedere lo stato di avanzamento del progetto)