AGGIORNAMENTI

Aggiornamenti



Una ricostruzione storica basata su una pianta del 1859
 (video)


Febbraio 2020

Voglio ringraziare pubblicamente una persona che, in modo totalmente spontaneo e discreto, ha deciso da qualche mese di finanziare personalmente la ripresa del progetto, fermo da più di due anni per difficoltà oggettive di portarlo avanti.

Questa persona è Margherita Corrado, che è stata anche la prima a credere nel progetto, appena lo avevo presentato, e a fare la prima donazione attraverso l’Associazione SetteSoli.

La ringrazio in modo particolare perché, in un periodo in cui l'attenzione è stata assorbita da megapresentazioni di megaprogetti legati a megafinanziamenti, lei ha voluto puntare su un "piccolo" progetto che non "urla" e lavora dietro le quinte, ma che sicuramente ha concrete possibilità di risvegliare nella gente quel bisogno di conoscenza storica e di cultura vera.

È grazie alla sua sensibilità a queste cose che la ricostruzione virtuale del castello ha già ripreso vita, con nuova energia e nuovi spunti di proseguimento. A breve, su questa stessa pagina, saranno presenti i nuovi contenuti che sto realizzando in questo periodo, anche in collaborazione con studiosi e appassionati che stanno mettendo le loro competenze a disposizione di questa idea.

Voglio ringraziare naturalmente anche tutti gli altri sostenitori, i cui nomi trovate a questo link, che hanno voluto aiutare il progetto a crescere nella sua fase iniziale, progetto che resta comunque sempre aperto a chiunque voglia continuare a sostenerlo, in qualunque modo, anche offrendo suggerimenti, informazioni attendibili e materiale utile al lavoro che si sta facendo...

Vincenzo Spagnolo 






Il ponte di accesso al castello nel '500 visto dal fossato
 (illustrazione da modello 3D digitale)



Ricostruzione storica della cortina d'ingresso nel '500 con il ponte levatoio
 (animazione video)

La prima fase della modellazione dei volumi applicata ad una vista fotografica dall'alto
(animazione video)